Esposizione Internazionale Canina Padova, il cane più bello è “Samarcanda Italian Lover”

Davanti ad un pubblico di circa 5mila persone accorse alla fiera di Padova è stato eletto l’esemplare più bello: un barbone grande mole nero di Sonia Merati da Milano

 

Il più bel cane dei 2.610 presenti nella 53a Esposizione Internazionale Canina svoltasi alla Fiera di Padova con un pubblico di circa 5mila persone, è “Samarcanda Italian Lover”, un barbone grande mole nero di Sonia Merati da Milano.

GIURIA. A giudicarlo tra i migliori delle due giornate è stato il giudice Massimo Inzoli, uno dei 28 giudici internazionali chiamati a verificare la vicinanza dei soggetti agli standard di razza; giudici provenienti da Austria, Cipro, Danimarca, Finlandia, Gran Bretagna, Italia, Norvegia, Portogallo, San Marino, Spagna e Sudafrica. Il premio è stato consegnato dai presidenti del Gruppo Cinofilo Padovano organizzatore dell’evento, Dino Scarso, e dal presidente nazionale dell’ENCI Dino Muto.

VINCITORI. Nella giornata di domenica si sono aggiudicati il primo premio per il gruppo 2 cani tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e Bovari Svizzeri il Terravova “King of Helluland Phenomenon” di Marcello Mura da Valperga (To); il miglior cane da compagnia è il barbone vincitore del best of best e il più bel levriero è il Greyhound “Kollaps Melibeous” dell’Allevamento Kollaps di Verona. Sempre domenica si è svolto in Fiera il primo Campionato italiano di Junior Handler che ha visto vincitrice (giudice Slavica Skalar della Slovenia) Letizia Colletti di Ferrara davanti a Aurora De Poli di Rivolta (Cr) e Alessandra Brunelli di Mirano (Ve), tutte della categoria 12-17 anni. Questi i cani vincitori ieri: per il gruppo pastori e bovari il bovaro svizzero “Lungoregina dom rock” di Anna Maria Severini da Filottrano (AN); per i terrier il foxterrier a pelo ruvido “Strozzavolpe eve of the tiger” di Fabio Bronconi da Reggello (FI); per i bassotti il bassotto tedesco nano a pelo corto “Herzog di Silvallegra” dell’Allevamento Silvallegra di S.Martino Canavese (To); per i cani tipo Spitz e tipo primitivo l’Alaskan Malamut “Starlight express del Biagio” dell’Allevamento Del Biagio di G.Biagiotti di Fano (PU); per i segugi e cani per pista di sangue il Thodesian Ridgeback “Narmakhis wisdom aurora fosca” di Sara Venturelli di Gavardo (Bs); per i cani da ferma il tedesco a pelo corto “Ginger dei Tre Laghi” dell’Allevamento dei Tre Laghi di Dino Malaguti di S.Biagio di Bagnolo S.Vito (Mn); per i cani da riporto, ricerca, acqua il labrador retriever “Nora Iceflower of finnwoods” di Hermanutz S.- Barberi Franco di Feriolo di Baveno (VB). Nei due giorni sono intervenuti allevatori di 19 Paesi: Austria, Belgio, Bosnia Erzegovina, Cipro, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Olanda, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera.

ESIBIZIONI. Nelle due giornate sul ring d’onore si sono esibiti i cani da soccorso del Gruppo Cinofilo Sportivo Il Gelso di Padova, gruppo di volontari che nel 2016 ha vinto il campionato del mondo dei cani da soccorso e che è stato impegnato nel terremoto dell’Umbria: le dimostrazioni verteranno su ricerca persone scomparse, recupero oggetti e protezione quotidiana da malintenzionati e scippatori. Al Gruppo Il Gelso il Gruppo Cinofilo ha consegnato oggi una targa di riconoscimento per il premio mondiale vinto in Romania.

Potrebbe interessarti: http://www.padovaoggi.it/cronaca/esposizione-internazionale-canina-padova-2017.html

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi